La Symphonie de Paris et autres histoires

La Symphonie de Paris et autres histoires❰Reading❯ ➺ La Symphonie de Paris et autres histoires Author Irène Némirovsky – Jobs-in-kingston.co.uk Agli inizi degli anni Trenta Irène Némirovsky accantonò per un paio d’anni la scrittura di romanzi per “subire” la fascinazione positiva e feconda da parte del cinema Assidua freuentatrice de de Paris eBook ↠ Agli inizi degli anni Trenta Irène Némirovsky accantonò per un paio d’anni la scrittura di romanzi per “subire” la fascinazione positiva e feconda da parte del cinema Assidua freuentatrice delle sale cinematografiche entusiasta per l’avvento del sonoro l’autrice intuì nella settima arte con sensibilità Symphonie de Paris et autres PDF \ uasi profetica una straordinaria risorsa per la scrittura una fonte di suggerimenti e spunti anche tecnici in grado di ampliarne le possibilità espressive Fu cosi che nel nacuero le tre storie d’a La sinfonia di Parigi Natale e Carnevale di Nizza ui tradotte e pubblicate per La Symphonie PDF or la prima volta in Italia con la speranza che potessero un giorno essere trasposte sul grande schermo Del resto per la scrittrice francese l’incontro con il cinema – seppur indirettamente – era gia avvenuto con la realizzazione del film David Golder per il uale il regista Julien Duvivier dichiaro di non aver avuto bisogno di aggiungere scene o modificare i dialoghi tratti dal romanzo omonimo tanto la scrittura della Nemirovsky si armonizzava perfettamente al ritmo e alle tecniche narrative cinematografiche Nessuna di ueste storie divento mai un film ponendo cosi fine alle Symphonie de Paris MOBI í sue speranze di poter lavorare come sceneggiatrice Eppure il tentativo non fu vano e la lettura di ueste tre brevi opere potrà meglio farci comprendere uanto l’a per il cinema abbia influenzato lo stile indimenticabile dell’autrice di Suite francese. Die Ähnlichkeit zum Film ist den Erzählungen von Irene Némirovsky unmittelbar anzumerken Stilelemente wie Perspektivwechsel Planseuenzen und Überblenden werden hier in die Literatur übertragen Vor dem inneren Auge reihen sich die einzelnen Szenen wie auf der Leinwand aneinander Im Nachwort zu dieser Sammlung wird nochmals explizit auf den starken Einfluss des Kinos auf die Arbeit von Irène Némirovsky hingewiesen Alexandre Astruc ein Filmkritiker Filmtheoretiker und Filmemacher entwickelte die Theorie der caméra stylo Der Autor schreibt mit seiner Kamera wie ein Schriftsteller mit einem Stift schreibt Némirovsky übertrug die Theorie wiederum auf ihr Schreiben Sie schrieb wie ein Filmautor mit seiner Kamera schreibt In zwei der Erzählungen Pariser Symphonie und Ein Film kommt dieser Stil voll zum Ausdruck Sie lesen sich fast wie ein Drehbuch so dass man sie entweder als filmische Novellen oder als literarische Drehbücher bezeichnen könnte Inhaltlich steht oft das Thema der verlorenen Illusionen im Mittelpunkt Die Protagonisten blicken in ihrer Erinnerung auf eine idyllische Vergangenheit zurück die aber im Angesicht ihrer aktuellen Situation zur ual wird Um diesem Schmerz zu entgehen bleibt letztlich nur die Sehnsucht nach dem Vergessen In den später entstandenen Erzählungen kommen noch Elemente des Unheimlichen dazu Dadurch verstärkt sich nochmals der eher düstere und bedrückende Charakter welcher den Geschichten sowieso schon anhaftet Vor allem die kürzeren Stücke haben mir sehr gefallen Da stimmt die gesamte Dramaturgie vom Anfang bis zum Ende Die lange Erzählung Ein Film über eine Pariser Prostituierte und ihre Tochter fällt dagegen etwas ab Der Plot war mir zu vorhersehbar und klischeehaft La Némirovsky come al solito non si smentisce mai anche se uesti racconti non sono ovviamente tra i suoi lavori migliori è sempre presente il suo stampo inconfondibile Si era presa una piccola pausa dalla narrativa per dedicarsi alle sceneggiature cinematografiche altro suo grande a nonostante non riuscì mai a sfondare in uesto ambiente uesti tre racconti sono brevi pregni di significati sottili Parlano di coppie di relazioni sbagliate di vite messe alle strette parlano di convenzioni sociali di sogni e di a Ci fanno immaginare le strade e le piazze rinomate di Parigi ci fanno immergere nelle musiche e mascherare per il Carnevale di Nizza Nel finale sono positivi e le vicende si aggiustano un po’ ma lasciando sempre un gusto amaro e malinconico Irène Némirovsky è sempre in grado di sorprenderti Con un libretto color viola dove in copertina spicca la sagoma della Tour Eiffel l’Editore Elliot ci dona tre deliziose brevi novelle espressione del genio poliedrico della grande scrittrice ebrea ucraina di nascita 1903 naturalizzata francese morta ad Auschwitz nell’estate del 1942 dove perì forse soppressa nella camera a gas forse sopraffatta dal tifoIn “La sinfonia di Parigi e altri racconti” l’A si cimenta con una nuova modalità espressiva Infatti all’inizio degli anni Trenta del Novecento attratta dall’incanto della settima arte il Cinema ella lasciò temporaneamente il genere “Romanzo” per cimentarsi con una scrittura per così dire “ottica” adatta a una versione cinematografica Vennero così alla luce nel 1931 “La sinfonia di Parigi Natale e Carnevale di Nizza” tre racconti ambientati a Parigi ora tradotti e pubblicati in italiano per la prima voltaContinua suhttpwwwlastambergadeilettoricom Tralasciando per un attimo la scrittura la Némirovsky si cimenta in una sua passione il cinema Affidandosi alla settima arte scrive 3 bozze 3 sceneggiature che rimarranno sempre chiuse in un cassetto e non vedranno mai la luce E forse è anche un bene perché ueste 3 sceneggiature non hanno l'appeal giusto non riescono a colpire a catturare il lettore Le 3 sceneggiature presentano caratteristiche come l'incomunicabilità il rapporto tra partner il fallimento nella Sinfonia di Parigi che apre la raccolta che saranno le tematiche delle sue opere future molto più eleganti e raffinate proprio come lo stile della sua scrittrice La Némirovsky si appassione di cinema e scrive le sue prime 3 sceneggiature che però non arriveranno mai al grande schermo Peccato Mi piacerebbe se Netflix o ualche concorrente decidessero di colmare tale lacuna potrebbe uscirne un Downtown Abby franceseIl primo racconto è un omaggio a Parigi il secondo una storia di Natale e il terzo parla di abnegazione Ci sono amori mancati amori sbagliati scorci bellissimi delle città È la Némirovsky potrebbe scrivere la lista della spesa ed essere comunue affascinante I tre racconti sono più delle sceneggiature cinematografichela narrazione infatti sembra correrei personaggi non sono approfonditi più di tantodiciamo uasi per niente; tutto ciò però non toglie fascino alle storie Ho deciso di dare solo tre stelleperché su 3 raccontisolo Il carnevale di Nizza mi ha coinvolto particolarmente Amo la Némirovsky per il modo in cui il suo sguardo e la sua scrittura si soffermano sulle cose ma non è onesto pubblicare come racconti delle sceneggiature che sembrano prese di peso da un bloc notes Appunti nient'altro con la scrittura che si adegua sguardi rapidi zoomate cambi di scena repentini l'occhio di una macchina da presa invece della penna cui siamo abituati Tanto da non sembrare lei In sintesi un'operazione editoriale non trasparente meglio tornare ai titoli pubblicati da Adelphi non si tratta di tre racconti ma di tre soggetti cinematografici mai sviluppati la traduzione italiana è orribile; visto che ci sono ancora libri della nemirovsky da proporre nel nostro mercato perché far uscire uesta robetta? RECENSIONE PUBBLICATA ANCHE SUL BLOG DUSTY PAGES IN WONDERLANDIrène Némirovsky era una scrittrice ucraina nata nel 1903 e morta nel 1942 ad Auschwitz Le sue opere fortemente influenzata dalla neonata settima arte all'epoca di pubblicazione godettero di certo successo ma un po' per colpa delle leggi razziali che ostacolavano la diffusione dei suoi libri un po' perché il tempo alle volte è impietoso con il passare degli anni sono un po' cadute nel dimenticatoioDal 2005 la casa editrice Adelphi ha cominciato a riportare uesti romanzi e racconti in Italia imitata poi da altre uest'anno poi – in virtù dei curiosi e alle volte incomprensibili ritorni di fiamma nell'editoria – la riscoperta della scrittrice ha subito una brusca accelerazione con le sue opere distribuite settimanalmente da un noto uotidiano e più in generale da varie edizioni e pubblicazioni Anche l'editrice Lit ha contribuito con “La sinfonia di Parigi e altri racconti” tre storie inedite in cui come non mai è palese l'influenza del mondo cinematografico1 La sinfonia di ParigiIl racconto che dà il titolo alla raccolta tratta della vita di Mario Cavalhère musicista arrivato a Parigi con il sogno di fare il direttore d'orchestra e di scrivere una sinfonia per la capitale transalpina La sua vita però sembra andare in direzione contraria tra matrimoni infelici e insuccessi lavorativiIn nemmeno una ventina di pagine vediamo passare sotto i nostri occhi la vita del protagonista come in un film dal ritmo piuttosto sostenuto Lo stile è scarno secco ma non si ha l'impressione di frettolosità o superficialità I dialoghi sono brevissimi le scene rapide Soltanto un elemento si sottrae da uest'atmosfera minimalista Parigi E' evidente l'a dell'autrice per uesta città che ui sembra uasi avere vita propria indipendente dalle persone che la popolano e provare emozioni sincere uesto perché la metropoli sintetizza e riflette i sentimenti di Mario appare colorata e piena di vita uando per il nostro le cose vanno per il verso giusto diventa cupa uando anche lui si sente cosìE' facile simpatizzare per Mario e dispiacersi per i suoi ripetuti fallimenti è una persona comune a contatto con problemi comuni Tuttavia non si può parlare di vera introspezione psicologica perché è evidente che l'attenzione della Némirovsky è concentrata perlopiù sullo stile 2 Nataleuantomai attuale in uesto periodo il resoconto di come passa la festività una famiglia che vive al di sopra delle proprie possibilità economiche di Parigi tra fugaci amori e conseguenti drammi che investono sia i genitori che le figlie Si respira davvero l'atmosfera delle feste in uesto racconto occupando lo stesso ruolo di Parigi nello scorso racconto Niente viene tralasciato l'entusiasmo dei bambini di fronte all'albero di Natale i regali posticci l'importante è il pensiero la visita ai vecchi parenti tralasciati per il resto dell'anno eccPotremmo uasi definirlo un racconto corale perché tutti i componenti della famiglia a parte i bambini sono i protagonisti il padre con la sua esistenza mediocre e il costante assillo dei soldi la moglie che mal sopporta il marito e non si cura dei figli piccoli ed infine le due figlie la calcolatrice Marie Laure e la più sensibile Claudine Se dobbiamo scegliere un personaggio principale la scelta potrebbe cadere su uest'ultima Giusto dopo la scena più divertente della storia e forse dell'intera raccolta – le feste apparentemente caste delle giovanotte perbene – veniamo introdotti nel suo dramma personale incinta di un ragazzo che palesemente tutto vuole tranne che impegnarsi ed impaurita dal biasimo della sua famiglia amata sorella inclusa Parlando dello stile la sperimentazione del precedente racconto ha fatto un passo avanti uesta volta l'autrice non solo scrive come se fosse una sceneggiatura ma addirittura come se fosse un vero film con precisi riferimenti agli stacchi delle scene e alle inuadrature In ogni caso c'è senza dubbio un euilibrio maggiore tra introspezione psicologica e forma3 Carnevale di NizzaSimone e René sono giovani coniugi entrambi miti di carattere sempre attenti a non abbandonarsi troppo alla passione né nella loro unione né nella vita Totalmente diverso è invece Tony il cugino di lui poco serio e dallo stile di vita sregolato La precisina Simone non riesce a giudicare uanto gli voglia bene sinceramente e uanto per obblighi familiari un viaggio inaspettato con lui le chiarirà le idee o forse le complicheràLa trama è un classico la donna compassata e sposata che prova attrazione e forse ualcosa di più per il suo opposto Eppure la Némirovsky riesce a non far pesare la poca originalità della trama a farla andare oltre ai suoi cliché in poche parole a renderla davvero coinvolgente Il lettore non rimane indifferente alla crescente tensione erotica tra Simone e Tony e si chiede uando e sé uesta si concretizzerà E' impossibile dire infatti cosa deciderà di fare la nostra cederà alle uasi involontarie avance? Se sì rimarrà con il marito o giocherà il tutto e per tutto in nome della passione? Oppure uest'attrazione finirà nel nulla?Tra i tre racconti uesto è uello con la migliore introspezione psicologica con piccoli delicati accenni l'autrice ci fa notare la monotona e borghese vita dei coniugi la mancanza di disciplina di Tony il comportamento della gente di Nizza a metà tra pressappochismo ed acutezza se infatti la deduzione generale che Tony e Simone siano una coppia è come sappiamo sbagliata è vero che tra i due c'è un legame che va al di là dell'amicizia in uno strano ibrido tutto da definire A sorpresa il carnevale del titolo non ha un ruolo molto ampio nell'economia della storia ed anzi rimane soltanto un elemento di sfondo Dal punto di vista stilistico invece valgono le considerazioni degli altri racconti“La sinfonia di Parigi e altri racconti” è un'opera immatura dal punto di vista stilistico ma non per uanto riguarda la psicologia dei personaggi sempre acuta e dettagliata uesta raccolta non è il solito tentativo di far cassa sul fenomeno del momento ma può risultare utile sia a chi già conosce Irène Némirovsky che con uesto libro ha un tassello importante del suo percorso artistico sia a chi non ne ha mai letto un'opera e può farsi così un'idea – positiva – delle capacità di uesta autrice Libro interessante scritto in maniera molto scorrevole e senza fronzoli proprio per lo scopo principale per cui è stato scritto Interessante la modernità dei temi trattati nonostante la stesura risalga agli anni 30 Niente di imperdibile

La Symphonie de Paris et autres histoires PDF ☆ La
  • Paperback
  • 96 pages
  • La Symphonie de Paris et autres histoires
  • Irène Némirovsky
  • Italian
  • 08 October 2015
  • 9788861923102